Notizie e curiosità su Pisa

Truffe online in aumento in tutta Italia: come riconoscerle e difendersi

Continua ad aumentare il dato relativo alle truffe in rete, visto che internet è sempre più terreno fertile e prediletto da parte dei tanti malintenzionati

 

Continua ad aumentare il dato relativo alle truffe in rete, visto che internet è sempre più terreno fertile e prediletto da parte dei tanti malintenzionati che si avvantaggiano delle tante zone d’ombra concesse proprio dal mondo del web per portare a termine i loro intenti.
Gli ultimi mesi, per intenderci quelli caratterizzati dalla pandemia, sono stati ancora più interessati da questa problematica e si è assistito ad un deciso aumento delle truffe portate avanti tramite la rete. In sostanza i malintenzionati hanno, nel corso del tempo, affinato i propri strumenti e oggi sono riusciti ad aggiornare il proprio modus operandi.
A ben guardare c’è un po’ di tutto a livello di comportamenti illeciti: truffe ordinarie come furto di dati o tentativi di accesso ad aree riservate, soprattutto quelle legate a sistemi di pagamento; ma anche truffe interamente nuove basate su strumenti innovativi, che vengono portate aventi tramite social, app o altri canali multimediali di ultima generazione.

Le più diffuse? Le frodi negli acquisti

Secondo un report fornito da Cybersecurity 360, le truffe maggiormente perpetrate sono quelle che riguardano gli acquisti in rete: un’abitudine sempre più praticata, quella di usare il web ed in particolare i tanti e-commerce o marketplace, su tutti Amazon, per fare shopping. Solo che non tutti i siti possono offrire le stesse garanzie del gigante creato da Bezos; ed ecco allora che acquisti su siti minori nascondono spesso e volentieri il rischio di truffa.
Il meccanismo è più o meno sempre il medesimo: si parte da prodotti che vengono venduti in rete a prezzi all’apparenza più che allettanti, estremamente vantaggiosi, e che poi non vengono neanche spediti o che, in altri casi, si riveleranno poi essere di infima fattezza.
Ci sono poi le finte mail, ormai note e ampiamente smascherate, anche se qualcuno continua a caderci, che vengono inviate per informare la vittima di una (falsa) vincita o di una somma di cui si ha diritto in un paese straniero. Viene in questo caso chiesto il pagamento di una somma minima per sbloccare poi l’invio della cifra ingente. Ovviamente, non ci sarò alcuna cifra che sarà accreditata.

Trading online e gioco d’azzardo

Ci sono poi due settori particolarmente ‘caldi’ e da sempre attenzionati, il gioco d’azzardo e il trading online: entrambi potrebbero potenzialmente far guadagnare soldi reali pur con rischi non da poco. Partiamo da un presupposto: nè il gioco d’azzardo né il trading online sono truffe a priori, dipende sempre da come lo si fa e da dove si capita.
Esistono in rete siti e portali per scommettere così come piattaforme per investire tramite web: sia gli uni che le altre possono essere regolamentate a monte, e quindi autorizzate, o non in regola con la legge. In quest’ultimo caso i soldi sono spesso esposti a rischi ed anzi, talvolta, si fa riferimento a realtà che nascono appositamente per truffare i malcapitati andando, magari, ad offrire condizioni particolarmente vantaggiosi e pubblicizzando una fantomatica sicurezza di guadagno senza mettere in allarme circa i rischi di perdita del denaro investito (nel caso del trading) o giocato (nel caso del gioco d’azzardo).

  • No results available