Notizie e curiosità su Pisa

Grande attesa per il Palio di San Ranieri di questa sera

Venerdì 17 torna la sfida con le “fregate” per i quartieri storici con nuovi remi e costumi

 

Si svolgerà venerdì 17 giugno il Palio di San Ranieri, con la sfida in Arno tra le quattro imbarcazioni che rappresentano i quattro quartieri storici della città: San Francesco (barca gialla), San Martino (barca rossa) Santa Maria (barca celeste) e Sant’Antonio (barca verde). La competizione prenderà il via alle ore 19 con le imbarcazioni che gareggeranno per 1.500 metri controcorrente dal ponte della Cittadella, presso la sede dei Canottieri Arno, fino all’arrivo allo Scalo dei Renaioli. La gara sarà preceduta da un corteo storico fluviale.

Tra le novità di quest’anno le 4 mute di remi nuovi per le imbarcazioni del Palio, consegnate ieri, 15 giugno, agli equipaggi, e 20 costumi per il progetto del nuovo corteo fluviale del Palio. Alla vigilia dell’edizione 2022 del Palio di San Ranieri, l’assessore alle Tradizioni della storia e dell’identità di Pisa, Filippo Bedini, traccia un bilancio del lavoro fin qui svolto.

«Di tutti gli eventi della Tradizione – dichiara Bedini – il Palio di San Ranieri è sicuramente quello che necessita di un lavoro maggiore per arrivare all’obiettivo di restituirgli la dignità che merita. Intervenire su più fronti, quali investimenti, regolamento, dotazioni, era indispensabile e indifferibile; anche più di quanto non fosse necessario per il Gioco del Ponte e per il corteo delle Antiche Repubbliche Marinare, divenuto ormai corteo della Repubblica. Sicuramente c’è moltissimo da lavorare specialmente sul fronte delle strutture e degli spazi fisici da mettere a disposizione delle società di canottaggio. Su questo si sta impegnando in prima persona anche il Sindaco -che ringrazio – con idee importanti che a medio termine potrebbero trovare una concretizzazione risolutiva. Ma oltre a questo che è un problema annoso e strutturale prima di tutto di impiantistica sportiva, c’era moltissimo da fare anche per gli aspetti più strettamente legati al Palio inteso come evento di rievocazione. In questo senso i passi in avanti fatti negli ultimi mesi sono stati importanti e permetteranno, mi auguro, un rilancio di quella che probabilmente è la rievocazione storica che più indietro nella storia affonda le sue radici: da tempi antichissimi nelle principali città che legano la vita del loro popolo a un fiume si disputano palii d’acqua».

«Prima di tutto – prosegue l’assessore – è stata predisposta e consegnata ai responsabili delle 4 società che collaborano col Comune per organizzare il Palio la bozza del nuovo regolamento del Palio di san Ranieri: un passaggio indispensabile per definire la natura di evento di rievocazione storica, i compiti, le responsabilità, i ruoli. Il vecchio regolamento era stato approvato con la delibera di Consiglio comunale numero 78 dell’11 novembre 1999. La bozza, redatta dall’assessorato alle Tradizioni della storia e dell’identità di Pisa, potrà essere modificata, emendata e integrata da parte delle società entro e non oltre il 28 luglio. Dopo questo lavoro di concertazione, il risultato dovrà iniziare l’iter amministrativo, che prevede prima il passaggio nella Commissione Consiliare Permanente competente e poi l’approvazione in Consiglio comunale. Con il nuovo regolamento si definiscono anche le regole per la costituzione del Comitato Generale del Palio di san Ranieri, un organismo simile al Comitato cittadino ARMI e al Consiglio degli Anziani del Gioco del Ponte, che potrà occuparsi della gestione del Palio, coadiuvando la direzione Tradizioni del Comune».

«Altra novità – continua Bedini – sono le 4 mute di remi nuovi, per un totale di 32 remi, per le barche del Palio. I remi sono stati realizzati dall’azienda di punta in Italia in questo tipo di prodotto, la ditta “Le forcole” di Saverio Pastor, con sede a Venezia. Anche questo era un intervento richiesto con forza dalle squadre, dato che anche questo tipo di investimento non veniva fatto da molti anni. Uno sforzo economico importante di ben 39.820 euro, che si va a sommare ad altri investimenti fatti nel 2019 e nel 2020 per gli eventi remieri dell’Amministrazione comunale».

«Ultima novità degna di rilievo – conclude Bedini – sono i 20 costumi per il progetto del nuovo corteo fluviale del Palio: una novità assoluta, che prende le mosse dalla collocazione della rievocazione alla metà del XVI secolo, al momento della battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571. I personaggi rappresentati dai nuovi costumi sono i 16 rappresentanti dei colori dei quattro quartieri di Pisa, ciascuno con 2 marinai, una madonna e un alfiere, e i personaggi che costituiscono l’istituto organizzativo-gestionale, con la figura del Magistrato alle Acque e dei Deputati alle feste. Finora costumi specifici del Palio non esistevano, e il corteo veniva messo insieme in maniera un po’ arrangiata, prendendo parti di abiti da ciò che era disponibile nel magazzino comunale. I 20 nuovi costumi, invece, sono stati disegnati appositamente per il corteo del Palio di san Ranieri e ne costituiscono il nucleo di partenza. C’è ancora molto da fare per il Palio ma le basi che l’Amministrazione comunale ha gettato sono solide».

Si ringrazia l’ingegner Salvatore Pisano, presidente della Port Authority di Pisa Srl, per la collaborazione fornita per le imbarcazioni di servizio e per il supporto logistico per le attività svolte sull’Arno in occasione della manifestazione.

Regata di San Ranieri è un palio remiero che si svolge nel giorno in cui Pisa celebra il patrono, San Ranieri. La gara è disputata in Arno su un percorso di 1.500 metri, in controcorrente, dalle imbarcazioni (chiamate “fregate”) dei quattro quartieri storici della città, San Francesco (giallo), San Martino (rosso), Santa Maria (celeste), Sant’Antonio (verde). Le imbarcazioni impiegate si ispirano alle tipiche ‘fregate’ dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano.

Il programma. Alle ore 17.30 è prevista la partenza, dal Ponte della Cittadella, del corteo fluviale che giungerà intorno alle 18.15 allo Scalo Renaioli: qui è previsto lo sbarco dei figuranti, con il trasferimento di alcuni di loro sul barcone di arrembaggio. Alle 18.30 il sorteggio delle corsie d’acqua e alle 19.00 la partenza della competizione. Alle 19.30, infine, presso lo Scalo dei Renaioli, la cerimonia di consegna del Palio.

 Gli equipaggi. Ogni “fregata” è composta da otto vogatori, il timoniere e il montatore. Quest’ultimo, al traguardo, ha il compito di arrampicarsi su uno dei 4 canapi che raggiungono la sommità di un pennone alto 10 metri e afferrare il palio azzurro, simbolo della vittoria. Due (simbolici) paperi, invece, rappresentano il poco ambito riconoscimento per gli ultimi classificati. Questa particolare modalità di assegnazione della vittoria si ispira all’impresa di Lepanto quando le truppe cristiane, una volta abbordata l’ammiraglia turca, si impadronirono della fiamma da combattimento posta sul pennone dell’imbarcazione saracena.

Barca rossa (San Martino): Sasha Sicurani, Leonardo Pioli, Simone Miccoli, Lorenzo Cavatorta, Simone Tonini, Ferdinando Martirani, Alessio Del Carratore, Edoardo Scatena; timoniere Marco Bellani; montatore Michele Ognibene; allenatore Alessandro Simoncini.

Barca gialla (San Francesco): Gianluca Santi, Giacomo Bertocci, Andrea Grassini, Federico Taddei, Michele Pratesi, Mirco Fabozzi, Vito Saggese, Davide Del Carratore; timoniere Riccardo Pellegrini; montatore Nicola Rizzo; allenatore Andrea Cini.

Barca celeste (Santa Maria): Edoardo Margheri, Mirko Barbieri, Luigi Mostardi, Emanuele Giarri, Alessio Lorenzini, Luca Romani, Flavio Ricci, Tomas Chisari; timoniere Gabriele Ciulli; montatore Kaleb Devine; riserve Francesco Colombini, Francesco Vanni; allenatori Massimiliano Landi, Massimiliano Foschi.

Barca verde (Sant’Antonio): Daniele Sbrana, Tommaso Del Lucchese, Lapo Vitarelli, Simone Barandoni, Matteo Trivella, Alessandro Arno’, Alessio Mollica, Matteo Colombini; timoniere Riccardo Pavolettoni; allenatore Maurizio Nencini.

Modifiche alla viabilità. Per consentire lo svolgersi della manifestazione sono previste le seguenti modifiche al traffico:

– Ponte della Fortezza, corsia con direzione Nord-Sud: chiusura al transito veicolare, dalle ore 17.00 alle ore 22.00;
– Lungarno Galilei: chiusura al traffico veicolare del tratto tra il Ponte della Fortezza e Palazzo Lanfranchi, dalle ore 17.00 alle ore 22.00; divieto di sosta con rimozione coatta eccetto veicoli dell’ organizzazione, dalle ore 14.00 alle ore 22.00 nel tratto compreso tra il Ponte della Fortezza e il Palazzo Lanfranchi.
– Via Bovio: divieto di immissione sul Lungarno Galilei e istituzione del senso unico alternato a vista con diritto di precedenza al senso normalmente in vigore, a bassa velocità, adottando tutte le cautele del caso, dalle ore 17.00 alle ore 22.00.

 Fiera di San Ranieri. Per la festa del Patrono, San Ranieri, appuntamento con la tradizionale fiera che quest’anno, in seguito all’approvazione del nuovo piano del commercio, si svolgerà in piazza Cavallotti/Via S Maria , Via Corsica e Piazza dei Cavalieri. Le bancarelle esporranno oggetti di artigianato, etnici, dolci e prodotti di ogni genere. La Fiera si svolgerà dalle ore 08.00 alle ore 20.30.

 

Fonte:Comune di Pisa

 

  • No results available