Notizie e curiosità su Pisa

Calcio in Tv, come e dove vedere le partite nel calcio ‘spezzatino’

Come ogni estate il calcio in televisione è stato oggetto di un nuovo tormentone che ha spinto gli appassionati a doversi improvvisare esperti di palinsesti, con l’intento di capire come riuscire a vedere le gare di Serie A e le competizioni internazionali. Anche quest’anno, comunque, le polemiche non sono mancate, sin dal disastro epocale avvenuto su Dazn nel corso della prima giornata di campionato, quando in sostanza la visione della maggior parte delle gare è saltata a causa di problemi tecnici.
Quali sono oggi le soluzioni per consentire agli appassionati di seguire le partite della propria squadra del cuore? Vediamo nel dettaglio tutte le informazioni per visionare il calcio in tv oggi, quindi le partite giorno per giorno.

La serie A è su Dazn

Per quanto riguarda la Serie A, anche quest’anno è possibile vederla integralmente su Dazn, che ha varato due pacchetti: Premium, a 39,99 euro al mese, e Standard, per il quale ne “bastano” 29,99. La differenza tra le due proposte, però, non è di poco conto.
Nel primo caso è possibile registrare sino a sei dispositivi e vedere l’evento su due o più dispositivi diversi anche a distanza, nel secondo la visione è possibile solo su due dispositivi collegati alla stessa rete domestica. Una soluzione che ha fatto masticare amaro i tifosi di tutta Italia. Peraltro è possibile vedere la gara desiderata anche su satellitare, ma solo versando ulteriori 5 euro a Sky.

L’offerta di Sky, TimVision e Mediaset

Se abbiamo visto come anche su Sky sia possibile vedere le gare della Serie A, versando ulteriori 5 euro, sul menu digitale di Sky Q e sul canale Zona Dazn, posizionato al 214 del telecomando, per gli appassionati del grande calcio tricolore si presenta anche l’ulteriore opportunità offerta da TimVision, che offre il suo pacchetto a 29,99 euro mensili. Nell’offerta è inclusa anche la proposta di Infinity+, che permette ai sottoscrittori di poter assistere a tutte le gare della Champions League, tranne quella che di mercoledì è appannaggio esclusivo di Prime Video.
Le gare di Champions League sono peraltro abbinate a quelle di Europa League e Conference League sulla proposta tradizionale dell’emittente satellitare, che propone inoltre le gare della Serie B e della Serie C.
Infine, Mediaset, che propone a sua volta in esclusiva la Coppa Italia e la Supercoppa italiana. Contribuendo in tal modo a obbligare gli sportivi della penisola a dare vita ad un vero e proprio slalom tra un’emittente e l’altra, per riuscire a seguire un calcio sempre più schizofrenico.

Un regalo alla pirateria?

Lo slogan scelto da Dazn per reclamizzare il suo pacchetto calcio afferma che la pirateria ucciderebbe lo sport più popolare nel globo. Uno slogan che si è però trasformato in una vera e propria autorete dopo il blackout della prima giornata di Serie A, tanto da spingere più di qualcuno ad affermare che a danneggiare il calcio è proprio l’inadeguatezza tecnica messa in mostra dall’app per lo streaming.
Un problema che potrebbe sancire in breve la fine del calcio su Dazn, ove l’azienda non riuscisse a dare luogo ad un vero e proprio salto di qualità dal punto di vista tecnico entro il 2024, anno in cui scadrà la convenzione con la Lega.

 

  • No results available